Una gita nel centro storico di rimini alla scoperta degli antichi romani

In 15 minuti di macchina raggiungi l’Arco D’Augusto e il ponte di Tiberio

A 15 minuti di macchina dal Club Family Hotel Riccione, il centro storico di Rimini è un’ottima occasione per trascorrere un pomeriggio in famiglia ricco di cultura e curiosità riguardanti la storia romana.

Una passeggiata ad Ariminum (nome latino della città di Rimini) è una attività da non perdere durante la tua vacanza in Riviera in compagnia dei più piccoli.
Il consiglio è quello di parcheggiare la macchina e muoversi a piedi, perdendosi tra le vie del centro alla scoperta di perle storiche di grande importanza archeologica.

Cominciate la vostra camminata storica dall’Arco di Augusto vetusta porta d’accesso alla città un tempo contorniata da alte e spesse mura di cui ora restano spoglie rovine. L’Arco, come narra il suo nome, fu eretto in onore dell’Imperatore Augusto nel 27 a. C. ed è il più antico esemplare romano esistente in tutto il mondo.
Una statua dell’imperatore in bronzo ritratto su una quadriga (poi saccheggiata) era presente sulla sua cima, come tributo al regnante.
L’Arco presenta le raffigurazioni di quattro divinità: Giove, Apollo, Nettuno e la Dea Roma.


Tutt’oggi questo importante monumento segna uno dei principali ingressi alla città posizionato su quello che un tempo era il decumano massimo, viale centrale di Rimini, che incontra il cardo in quella che oggi è Piazza Tre Martiri.

Giunti passeggiando fino a Piazza Tre Martiri si può scegliere se proseguire dritto fino al Ponte di Tiberio o girare a sinistra su via Garibaldi e visitare un altro importante varco di origine romana: Porta Montanara.

Porta Montanara, recentemente restaurata, risale al 1 secolo a.C. ed è costruita in blocchi di arenaria. Originariamente segnava l’ingresso alla città per chi proveniva dai colli e dall’entroterra.

Per completare la visita alla Rimini Romana non si può non scattare una foto al famoso ponte dedicato all’Imperatore Tiberio, infrastruttura che collegava il lato nord di Ariminum guadando il fiume Marecchia.

La sua architettura d’avanguardia già all’epoca ha contraddistinto la sua tenacia al passare dei secoli di storia. I suoi possenti piloni sono dotati di frangiflutti ideali per contrastare la potenza delle correnti.
La leggenda vuole che il ponte abbia il soprannome di Ponte del Diavolo in quanto sulla balaustra lato monte due tacche (probabilmente incavi per fissaggio delle imbarcazioni) che sembrano ricordare impronte caprine.

Così si conclude la vostra gita in famiglia a Rimini passeggiando tra rovine storiche e girovagando tra i misteri del tempo.
La degna fine per questa camminata?
Una pausa golosa alla storica Gelateria Romana di piazza Ferrari ovviamente!